Passa ai contenuti principali

Considerazioni amare sul mestiere degli insegnanti

Considerazioni amare sul mestiere degli insegnanti e sul loro reclutamento. Noi dalle Graduatorie degli insegnanti, lo strumento con cui si accede al lavoro, possiamo sapere tutto sui nostri colleghi: anno di nascita, con un minimo di capacità si ricava il codice fiscale, se hanno o no dei figli, se sono o no invalidi o imparentati con invalidi, se hanno o no conseguito delle specializzazioni, dei master, dei dottorati, da quanto tempo insegnano, dove lo hanno fatto; l'unica cosa che non sappiamo è il COME insegnano. Dalle graduatorie il merito è impossibile da dedurre, non è possibile capire se abbiamo mai fatto un buon lavoro o se entriamo in classe per sfamare la famiglia e leggere il giornale, se ci siamo mai posti il problema di cosa i nostri alunni recepiscono o se li guardiamo come dei corpi estranei, se poniamo attenzione all'inclusione o se delle diversità non ce ne frega nulla. Dove emerge questo nelle graduatorie? Non dovrebbe essere questo il merito da valutare in un insegnante? A mio modestissimo parere sì.

foto:linkiesta.it

Posta un commento

Post popolari in questo blog

La comunicazione linguistica