Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da 2012

Eugenio Montale, è ancora possibile la poesia?

II premio Nobel è giunto al suo settantacinquesimo turno, se non sono male informato. E se molti sono gli scienziati e gli scrittori che hanno meritato questo prestigioso riconoscimento, assai minore è il numero dei superstiti che vivono e lavorano ancora. Alcuni di essi sono presenti qui e ad essi va il mio saluto e il mio augurio. Secondo opinioni assai diffuse, opera di aruspici non sempre attendibili, in questo anno o negli anni che possono dirsi imminenti il mondo intero (o almeno quella parte del mondo che può dirsi civilizzata) conoscerebbe una svolta storica di proporzioni colossali. Non si tratta ovviamente di una svolta escatologica, della fine dell'uomo stesso, ma dell'avvento di una nuova armonia sociale di cui esistono presentimenti solo nei vasti domini dell'Utopia. Alla scadenza dell'evento il premio Nobel sarà centenario e solo allora potrà farsi un completo bilancio di quanto la Fondazione Nobel e il connesso Premio abbiano contribuito al formarsi di u…

Tutto tutto, niente niente

Scrivere una recensione di Tutto tutto, niente niente di Antonio Albanese è davvero complicato. In primis perché il film è un sequel, e come tale carico di attese che, sicuramente, vengono in parte deluse. Ma andiamo con ordine. La trama del film riprende il precedente Qualunquemente, espandendone però i limiti narrativi. Se il primo aveva raccontato la storia surreale dell'ascesa politica in Calabria di Cetto Laqualunque, in questo nuovo film vediamo il solito Cetto, insieme ai "nuovi" Frengo Stoppato e Rodolfo Favaretto, giungere sino sl Parlamento. Diciamo fra virgolette nuovi, perché i personaggi di Frengo e Rodolfo riprendono vecchie incarnazioni di Albanese, sempre abile nel mettere in scena gli stereotipi e le peggiori manie degli italiani. Così da un lato Cetto si mantiene sui suoi standard, disonestà, machismo, un'omosessualità repressa, collusioni con la mafia, mentre Frengo è un figlio dei fiori in cerca di una beatificazione in vita e Rodolfo è un reazio…

Piccolo dizionario Italiano - Berlusconi

Attività parlamentare: locuzione sing. femminile, trombabile; attività volta alla tutela degli interessi del Presidente del consiglio e a costituire, se serve, Legittimo impedimento (vedi anche Presidente del del consiglio e Legittimo impedimento)
Avvocato: sing. maschile, trombabile; uomo al soldo del Presidente del consiglio, incaricato di dirimerne gli innumerevoli scandali, in cambio di un seggio in Parlamento (vedi Parlamento, Legittimo impedimento, Minorenne marocchina)
Cittadino: sing, maschile, trombabile; termine arcaico, vedi Suddito
Costituzione: femminile, singolare, inchiavabile; la prima delle leggi, la più grande rottura di palle. Impedisce praticamente ognuna delle attività illecite del Presidente del consiglio, per questo va urgentemente riformata, anche a costo di promettere a chi che sia di dividere in due, tre o cinquemila il paese. (vedi anche Leggi, Lega)
Comunismo: maschile, singolare, inchiavabile; ideologia scomparsa dalle politiche europee da circa trent'anni…

Sputtanando un puttaniere

60Lupu Ululà ‏@LupuUlula , in piena crisi economica, ha tenuto bloccato il Parlamento per un anno per bloccare i suoi processi per prostituzione?  Ritwittato 456 volte Espandi 54m43Kous_Net ‏@KousNet  in uno stato serio e civile non sarebbe potuto essere stato presidente del consiglio?
Seguito da  e altri 5