Passa ai contenuti principali

Cronaca di una gita: day two

La città come strati, in un incredibile addensarsi di memorie, vite. Il tempo che trascorre lascia solo macerie e non conoscerai, viaggiatore, la vera potenza di Sparta quando di essa troverai soltanto i ruderi.
C'è qualcosa che rende inquieto intercettore moderno osservando sacro e profano che si mescolano nel generare alcune delle più belle opere della storia, ed in queste lo scatto di vita dell'artista che, di nascosto, segna nel tempo la sua esistenza, il suo spirito, le sue idee. Quante volte passeggiò Socrate fra le strade di Atene insieme a Platone, Alcibiade, Crizia e tutti gli altri suoi discepoli? Quante volte Diogene urlò cercando un uomo? Forse che lo si potrà trovare solo dove lui non v'è più?                    
Posta un commento