Passa ai contenuti principali

Tenersi informati su tablet - i miei personalissimi gusti

Senza pretesa di completezza o di oggettività, oggi avevo voglia di parlarvi dei modi che adopero io per leggere i quotidiani online e in generale i vari blog che seguo. Per chi conosce un po' di linguaggio internettiano, sicuramente parlare di feed e aggregatori non sarà nulla di nuovo, ma magari urge un chiarimento per i neofiti: un aggregatore di feed non è altro che un programmino che permette di tenersi sempre aggiornati sulle notizie pubblicate dai propri siti preferiti, permettendo di leggere la notizia o il post desiato senza accedere per forza di cose alla homepage del quotidiano online o di qualsiasi altro sito ci interessi. Una funzione comoda quindi, perché spesso permette di scorrere i titoli delle notizie come fosse un indice, magari leggendo solo una breve introduzione, e scegliere così se accedere al sito oppure non perdere tempo sulla homepage cercando ciò che ci interessa fra decine di news di cui magari non ci frega nulla.

Da quando però sul mercato informatico sono entrati anche i tablet, il modo di utilizzare gli aggregatorì è cambiato: in particolare sempre più questi hanno la tendenza ad apparire come vere e proprie riviste, tanto da curare sempre più l'aspetto grafico e l'impaginazione degli articoli. Eccovi perciò la mia personalissima selezione di applicazioni utili a questo scopo, generalmente disponibili su tablet Apple e android.

Google currents

Il nuovissimo aggregatore di google si presenta come una vera e propria rivista, grazie anche agli accordi presi con alcuni editori. Il programma permette da un lato di leggere le ultime notizie in rete, dall'altro di sfogliare le news pubblicate nei feed che seguiamo. Nel caso dei feed, molto bella la possibilità di leggere la notizia in un'impaginazione molto simile a quella di una rivista, lì dove il sito di origine della news lo permetta: nella foto, per esempio, vediamo come viene impaginata una notizia pubblicata su polisblog

L'impaginazione come si vede è molto chiara e gradevole, dando proprio la sensazione che l'articolo sia stato scritto in funzione di una rivista online anziché per la lettura su un sito internet.

Feedly

 

Personalmente, trovo feedly l'aggregatore più completo attualmente esistente: il programma ordina le news sia in ordine cronologico che dividendo secondo categorie scelte dall'utente e, come nel caso di google currents, permette la sincronizzazione con il principale aggregatore online, ovvero google reader. Per quanto l'impaginazione offerta da feedly non raggiunga i livelli di quella del rivale partorito da google, il programma offre un comodissimo servizio di riformattazione delle news fornite dai feed che, come nel caso di repubblica.it o corriere.it, pubblicano solamente una preview della notizia, richiedendo per la lettura l'accesso ai siti internet. In questo caso feedly dà la possibilità di impaginare l'articolo in un formato che rende decisamente più comoda la lettura su tablet. Nella foto sotto, lo stesso articolo di polisblog secondo la formattazione offerta da questa applicazione.

Sia feedly che currents permettono la condivisione dei link alle news: currents, così come feedly, permette di postare le proprie news su Facebook, Twitter e molti altri servizi ma, a differenza del concorrente, permette la condivisione anche sul social network di google, ovvero google+.

Flipboard

Flipboard è probabilmente l'aggregatore più conosciuto su tablet Apple, anche se questo non lo rende per forza il più comodo. Dalla sua ha sicuramente un aspetto grafico molto gradevole, delle animazioni che vogliono imitare l'atto dello sfogliare una rivista. Detto questo, i vantagi dell'applicazione rispetto ai concorrenti finiscono qui. Il programma non permette la riformattazione delle pagine internet come in feedly e la formattazione offerta non raggiunge comunque il livello di comodità di lettura di currents. Ciò che invece può far protendere verso la scelta di flipboard è la possibilità di inserire fra i feed anche lo stream del proprio profilo Facebook o Twitter.

D'altro canto però flipboard, proprio per la sua sincronizzazione con Facebook e Twitter, è decisamente più votato al mondo social di quanto non lo siano gli altri aggregatori, ponendosi in un certo senso come via di mezzo fra un lettore di news e un'applicazione per accedere ai principali social network in maniera più elegante.

Pulse news
Fra i primi aggregatori comparsi, pulse news offre una interfaccia grafica semplice ed elegante, senza però fornire alcun tipo di servizio di riformattazione delle notizie, sicché nella grande maggioranza dei casi usando questo aggregatore ci si troverà ad essere indirizzati verso il sito di provenienza della news. Per chi vuole essere più sbrigativo rimane comunque un'ottima scelta.

R7

Non un aggregatore in senso stretto, anzi, in questo caso una vera e propria rivista settimanale fornita gratuitamente, è R7. Si tratta di un settimanale del gruppo Repubblica - L'Espresso che ripercorre le notizie più importanti della settimana trascorsa, impaginandole sotto forma di Ezine. Ciò che stupisce e gratifica è la ricchezza di contenuti multimediali della rivista, assime all'impaginazione gradevole e alla cura per i dettagli. Certo chi segue quotidianamente il sito della Repubblica magari non proverà grande attrazione verso questa applicazione, eppure non si può non riconoscere la cura con la quale questa rivista viene realizzata.

Come si sarà capito, i miei aggregatori preferiti sono senz'altro currents e feedly, soprattutto per la possibilità di riformattare le pagine internet con una cura grafica davvero sorprendente.
Posta un commento