Passa ai contenuti principali

Cronaca della presentazione di Come una storia a Casalbuttano

E alla fine la serata è giunta, quella in cui è stato presentato ufficialmente il mio primo romanzo in quel di Casalbuttano, in provincia di Cremona. Certo devo ringraziare tutti i presenti per essere accorsi a questa occasione, o me stupenda, per fare conoscere questa mia opera, poco più di un gioco, che tuttavia mi è costata tre anni di lavoro. Ringrazio in particolare il sindaco del comune, l'assessore alla cultura, la professoressa Silvia Bruneri, gli attori Danio Belloni ed Elisa Zanella per aver così bene proposto temi e pagine di questo romanzo.
La serata è stata condita da un paragone inaspettato da parte della professoressa Bruneri con niente di meno che il compositore Bellini, anch'egli presente a più riprese a Casalbuttano dove avrebbe, pare, composto la sua Norma. Sono seguite letture di alcuni brani del libro da parte della Zanella e di Belloni, una lunga discussione sulle caratteristiche del libro, il gioco citazionistico, la descrizione dei personaggi principali e dell'ambientazione.
Ne è seguito un mio breve intervento sul particolare gusto con cui ho scritto il libro e l'anima giocosa, di sfida fra lettore e narratore nella composizione e ricomposizione della trama sulla base delle numerose citazioni. Dopo aver risposto a qualche domanda, infine, ho firmato alcune delle copie del romanzo per i presenti.
Per me una bella serata davvero e non vi nego che vedere tanto affetto nell'accogliere questo scritto da parte di tutti i presenti (un pensiero particolare a tutti i miei alunni accorsi per questa presentazione) e sentire leggere quanto scritto da me è stato di certo un'emozione nonché una sensazione stranissima, davvero indescrivibile.
Posta un commento

Post popolari in questo blog

La comunicazione linguistica