Passa ai contenuti principali

Quel che si definisce un paese civile - la testimonianza innocente di un'adolescente

I Rom di Torino, i Senegalesi a Firenze: se permettete, di Mentana che lascia, o forse no, La7, non me ne frega nulla. Non me ne frega neanche di commentare le stupide farneticazioni leghiste in Senato, un partito che dopo aver massacrato il paese per 15 anni ora si spaccia pure per forza di opposizione. No, mi interessa  riportare quanto scritto da una mia alunna in un suo tema, alunna proveniente dall'Etiopia, quadro sconfortante rinfrescato da qualche spruzzata di colore.
Cara Nargis, benvenuta in questo mondo di fame, di sete e di povertà: dove per mangiare devi aspettare molto tempo; se va tutto bene puoi vestirti. Mentre alcuni paesi del mondo sono ricchi, un'altra parte del pianeta è molto povera. C'è gente che sta morendo di fame e la vita è difficile sia nei paesi ricchi che in quelli poveri. A volte poi c'è la ricchezza ma non c'è la felicità [...] L'Italia è uno dei paesi più ricchi, ma per gli immigrati la vita è difficile, devono adeguarsi alla tradizione, studiare la lingua, e nonostante tu possa imparare queste cose, ci sono persone che sono razziste, non vogliono capire quello che noi abbiamo passato. [...] Sai, ti consiglio di venire a studiare nei paesi ricchi, dove puoi avere i tuoi sogni . In India, per esempio, so che non ci sono molti dottori, potresti fare la dottoressa. Studiare per salvare le vite umane, ascoltare tutti gli individui con quello che hanno da dirti. Vieni a studiare in Europa o in America e poi ritorna nel tuo paese a fare grandi cose. Ma forse questo è il mio sogno, non il tuo. Segui quello che vuoi fare realmente, ricordati che la vita non è una favola, nessuno ti regala niente [...] Hai paura, forse e forse ti chiedi perché sei nata: non preoccuparti, la vita è fatta di paura, tristezza e felicità. Non devi arrenderti facilmente, devi essere tosta e fare quello che vuoi tu. Se tu puoi vieni a studiare in Italia, ti accolgo io.
Credo non serva altro
Posta un commento